Home » Coltivazione indoor » Come curare le piante da appartamento
piante da appartamento

Come curare le piante da appartamento

Contenuto dell'articolo

Le piante da appartamento rappresentano un’ottima soluzione per decorare il vostro interno. Infatti una stanza con svariate piante diventa un ambiente molto più rilassante e accogliente, senza trascurare il fatto che sono capaci di purificare l’aria.

Molto indicate sono le piante con un portamento slanciato ed elegante come ad esempio il tronchetto della felicità, la Kentia, il Benjamino, la pianta mangiafumo e via dicendo…Pertanto, siete appassionati di piante e vi piacerebbe prendervene cura? allora in questa guida troverete tutti gli accorgimenti necessari che servono per prendersi cura delle piante da appartamento.

Ecco gli accorgimenti da prendere in considerazione

La prima cosa che dovete fare è quella di posizionare la pianta da appartamento in una zona molto luminosa, preferibilmente vicino ad una finestra, dato che hanno bisogno di molta luce. Sono molte le persone che si domandano perchè una pianta senza luce non sopravvive. La risposta è molto semplice: per la pianta la luce rappresenta un elemento vitale perchè grazie ad essa produce l’energia necessaria alle sua funzioni vitali.

Infatti la luce catturata dalle foglie attiva una sorta di reazione chimica tra l’acqua assorbita dal terreno e l’anidride carbonica presente nell’atsmosfera stessa.

In questo modo si formano i carboidrati necessari per la sopravvivenza della pianta e l’ossigeno che purifica l’aria.

Un altro elemento fondamentale da prendere in considerazione per curare le vostre piante da appartamento è quello di assicurarvi che abbiano una temperatura adeguata. A questo riguardo la temperatura ideale delle piante da appartamento è di 18/24°, cercando di fare attenzione agli sbalzi di temperatura. Se la temperatura è superiore ai 24°, in questo caso le piante devono essere supportate da una maggiore umidità atmosferica e maggiori apporti d’acqua.

Quando innaffiare le piante

Ricordatevi di annaffiare le piante da appartamento le prime ore del mattino oppure la sera. Attenzione ai ristagni d’acqua. Infatti il verde di casa spesso muore a causa delle troppe innaffiature che provocano l’imputridimento delle radici, e quindi della pianta stessa.

Ma ecco qui di seguito un decalogo per sapere quando innaffiare:

  • il terreno è secco e tende a staccarsi dal vaso
  • le piante sono in fase di sviluppo vegetativo
  • le giornate estive sono molto calde
  • le piante sono in fioritura
  • le radici hanno riempito il vaso e non si è ancora proceduto con il rinvaso

Inoltre le piante si orientano verso la luce: per questa ragione possono crescere in maniera sbilanciata con fusti e foglie piegati verso la luce. Il mio consiglio è quello di ruotare la pianta di 90 gradi ogni quattro giorni.

In aggiunta, concimate le piante da appartamento periodicamente nel periodo di vegetazione, ossia primavera estate prediligendo il concime liquido o granulato a lenta cessione.

Mantenete le piante sempre pulite: la polvere favorisce la proliferazione di batteri e funghi ed inoltre imbruttisce l’aspetto. Durante la pulizia è necessario rimuovere sempre le foglie secche e i fiori appassiti.

Infine, le piante da appartamento devono essere esposte ad una buona circolazione d’aria. Le piante da interno risentono molto dell’aria tagnante e chiusa, soprattutto se inquinata dal fumo di sigaretta.

A presto!

Un Commento

  1. Fino a prima dell’estate avevo una bella pianta mangiafumo con un grosso tronco e foglie verdi e lunghe, poi dopo il mese di agosto lasciandocla pianta ha avuto un veloce declino fino a perdere tutte le foglie e mi sono accorto che alcuni rami adesso si stanno svuotando.
    Come posso salvarla? La rinvaso? Taglio le parti molli dei rami? Datemi un consiglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *