Come prendersi cura della dalia

Contenuto dell'articolo

La dalia è sicuramente una delle piante più belle che madre natura potesse regalarci. Si tratta di uno dei fiori più apprezzati e più venduti in Europa…

La dalia comprende un’infinità di specie e varietà di colori e forme. Ci sono addirittura dalie di piccoli dimensioni, ma anche di grandissime dimensioni con steli che a volte superano il metro di altezza.

Piantarle e coltivarle possono richiedere alcuni accorgimenti, in maniera tale che cresca sana e vigorosa.

Ecco alcuni consigli

La dalia è una pianta che si adatta molto bene sia in giardino che sul balcone. Predilige un terreno fresco e profondo, però vanno bene anche terreni argillosi.

Affinchè la dalia cresca forte e sana è fondamentale metterla in una zona abbastanza luminosa. Non deve essere colpita direttamente dai raggi del sole, perchè potrebbe comprometterne la sua crescita, piuttosto è necessario prediligere zone in mezz’ombra. E’ opportuno altresì tenerla al riparo da raffiche di vento.

Irrigazione

Durante la stagione vegetativa, le irrigazioni devono essere frequenti. Tuttavia è molto importante non bagnare le foglie o i fiori perchè si rischia di farli marcire.

Attenzione anche ai ristagni idrici. La dalia va innaffiata quanto il terreno risulta asciutto. Le innaffiature vengono sospese da ottobre fino alla primavera successiva.

Queste piante hanno una crescita molto veloce e pertanto richiedono grandi quantità di acqua.

Per promuoverne la fioritura, vanno concimate periodicamente con fertilizzanti appositi per piante da fiore. Le dalie fioriscono in tarda primavera fino all’autunno inoltrato. E’ consigliabile al riguardo eliminare i capolini appassiti allo scopo di stimolare la produzione di nuovi boccioli.

Parassiti

Le dalie sono molto suscettibili alle malattie, agli attacchi di lumache e agli insetti.

Quando gli steli raggiungono un’altezza dai 5 cm ai 15 cm si dovrà ogni 2 settimane circa distribuire un insetticida. Inoltre per evitare l’insorgeza di malattie è necessario altresì tenere pulita l’area delle infestanti. A questo riguardo si potrà procedere con le periodiche zappettature.

Molto spesso le dalie diventano molto alte e di conseguenza è necessario eseguire dei supporti. Quindi è utile cercare di inserire in profondità le canne avendo l’accortezza di legare con della rafia naturale  le piante in maniera tale che queste non si spezzino durante il maltempo.

Erroneamente a quanti molti pensano, la dalia non è una pianta da appartamento, essendo originaria del Messico, è abituata al sole e al caldo, ma teme le basse temperature invernali. In inverno, la pianta va tenuta al riparo, basse temperature e gelate possono seriemanete compromettere la successiva fioritura durante la bella stagione.

Potatura

Per quanto riguarda la potatura, è un’operazione che non va assolutamente sottovalutata. Durante il periodo della fioritura è di vitale importanza eliminare accuratamente tutti i fiori appassiti e tutte le parti secche. Questa procedura va fatta almeno 1 volta alla settimana.

Utilizzando questo piccolo accorgimento riuscirete senza ombra di dubbio a salvaguardare le energie immagazzinate dalla pianta.

Il fiore delle donne

Se volete fare un regalo ad una donna, la dalia può rivelarsi un’ottima soluzione.

Sembra secondo alcune statistiche, che la dalia sia il fiore più apprezzato dalle donne. Si dice che sia il simbolo non solo della riconoscenza e della gratitudine, ma al contempo stesso simboleggia altri valori positivi quali la gentilezza, la femminilità, l’ammirazione.

A presto!

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.