come eliminare i parassiti dalle rose

Come eliminare i parassiti dalle rose

Contenuto dell'articolo

Avere un angolo di giardino con delle belle rose è una soddisfazione che purtroppo non tutti riescono ad ottenere. Sicuramente un giardino pieno di rose che riempiono l’aria di freschi profumi è il sogno un po’ di tutti.

Tuttavia questo meraviglioso spettacolo può essere messo a dura prova dalla comparsa di alcuni parassiti. Se si agisce in fretta con i giusti trattamenti, allora è possibile salvaguardare la pianta altrimenti si rischia di incorrere ad una vera e propria pandemia.

Vediamo allora alcuni utili consigli su come eliminare i parassiti dalle vostre rose.

Ecco come eliminare i parassiti dalle rose

Nella flora esistono molte malattie che in un modo o nell’altro possono colpire le vostre rose. Una delle infezioni tanto temute è il mal bianco. Inizialmente il mal bianco si manifesta con la comparsa di macchie gialle nelle foglie. L’agente patogeno è un fungo che assorbe le sostanze nutritive della pianta attraverso dei particolari organi denominati austori.

In questo primo caso è necessario evitare eccessive irrigazioni, sfoltire per bene le rose e controllare di tanto in tanto i drenaggi per evitare ristagni d’acqua. Inoltre raccogliere e al contempo stesso distruggere il materiale infetto è fondamentale per controllare il proliferarsi della malattia e per evitare che si diffonda provocando la morte della pianta stessa.

Tuttavia il mal bianco può essere causato anche  dalla troppa siccità estiva o da scarsa ventilazione.

Ma tra i vari rimedi naturali non può mancare il decotto di aglio. La sua preparazione è molto facile: prendete una pentola e versate 1 litro di acqua con due spicchi d’aglio. Portate a bollore e lasciateli sul fuoco fino a quando non si sfaldano completamente. Lasciate in seguito raffreddare il tutto e poi munetevi di un colino e filtrate l’acqua in uno spruzzino. Spruzzate l’intera pianta di rose in modo da eliminare completamente i parassiti.

Naturalmente non basta utilizzare questo espediente di tanto in tanto, ma occorre essere costanti.

Cosa fare se la pianta è attaccata dalle mosche delle rose

Se sono invece le mosche delle rose ad attaccare la pianta, allora in questo caso è opportuno potare la parte danneggiata. Purtroppo questo parassita si sviluppa proprio nell’interno dei fusti e si nutre mangiando l’interno della pianta. L’unico rimedio in questo caso è tagliare la parte lesa.

Se invece le foglie risultano mangiucchiate bisogna preparare un trattamento naturale a base di acqua e pepe. Ecco la procedura: prendete il pepe nero in grani e tritatelo molto finemente in modo da farlo divenire una polverina sottilissima.

Prendete anche un toscano con le mani e cercate di romperlo riducendo le foglie di tabacco in una polvere sottile. A questo punto munitevi di una bacinella con dell’acqua e versate questi due ingredienti. Mescolatele molto accuratamente in modo tale da amalgamarli per bene.

Coprite il contenitore con un coperchio e lasciate il composto decantare per tutta la notte. La mattina successiva la soluzione è pronta per essere utilizzata. Versate questo composto in uno spruzzino e iniziate a spruzzare su tutte le parti del roseto infestate da parassiti.

Ma attenzione: il prodotto va spruzzato soltanto nella parte infestata. Lasciate agire questo composto per un paio d’ore dopodichè spruzzate dell’acqua fresca in modo da pulire le rose. Per avere dei buoni risultati è consigliabile ricorrere al trattamento almeno 1 volta alla settimana.

A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.